Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2019 (14-16 maggio)

Torna alla home

  da 10:00 a 13:00

La sicurezza informatica del Paese, tra nuova governance nazionale e Agenda digitale [ co.09 ]

Iscriviti a questo evento

Sempre maggiore è l’attenzione posta nei confronti della sicurezza dell’ambiente cibernetico, spazio riconosciuto ufficialmente come il quinto dei domini operativi di warfare decretati dall’Alleanza Atlantica. A partire dal 2016, gli Stati sono chiamati a maturare una strategia di difesa che comprenda anche misure necessarie ad incrementare la sicurezza delle loro reti e dei sistemi informativi. Tale esigenza ha visto nello stesso anno un’accelerazione anche a livello comunitario grazie all’approvazione della Direttiva NIS (Network and Information Security), la quale si pone come obiettivo il rafforzamento dei livelli di sicurezza cibernetica degli Stati Membri, nel quadro del Digital Single Market, insieme all’elaborazione di una strategia cibernetica comune.

Nel 2018, l’Italia ha dato concreta attuazione agli adempimenti della Direttiva, consapevole dei rischi e delle opportunità che possono avere origine da un'efficace presenza sul cyberspazio. In tale contesto, il Paese ha deciso di dotarsi di un’architettura ben strutturata, con Enti Pubblici competenti chiamati ad interagire con gli operatori privati che gestiscono le infrastrutture di rete critiche e strategiche.

Nel corso del convegno, saranno approfonditi i temi relativi alla nuova governance nazionale della cybersecurity, ai nuovi scenari per gli erogatori di servizi essenziali e fornitori di servizi digitali e all’avanzamento del progetto di digital security e del capitolo Sicurezza del Piano triennale


In collaborazione con

Programma dei lavori

Introduce e Coordina

Longo
Alessandro Longo Direttore responsabile Agendadigitale.eu Biografia

Direttore responsabile delle testate specializzate Agendadigitale.eu (dal 2012) e Forumpa.it (entrambe del gruppo Digital 360), è anche collaboratore continuativo dal 2003 di Repubblica (con circa mille articoli pubblicati[1]), dell'Espresso (dove risulta nel colophon del giornale tra i collaboratori regolari) e del Sole24Ore. Circa un centinaio di inchieste sul mercato degli operatori telefonici e dell'Agenda digitale (temi su cui Alessandro Longo è specializzato) sono state pubblicate sulle prime pagine[2] di Repubblica e del Sole24Ore. Sempre nella veste di giornalista esperto di temi digitali, interviene dal 2010 a Uno Mattina e Uno Mattina in Famiglia su Rai 1[3]. Suoi interventi anche ad Agorà (Rai 3), A Conti Fatti (Rai 2) e Mi Manda Rai 3. Nel 2013 ha moderato il creatore del web Tim Berners Lee a un evento della Provincia di Trento. Nel 2016 ha partecipato all'evento Forumpa 2016 moderando il noto economista Jeremy Rifkin.
Nel 2015, un suo articolo ha vinto il premio Anfov, dedicato al giornalismo specializzato nelle telecomunicazioni[4].Anfov è una delle principali associazioni di categoria, dal 1982. Dal 2005 interviene regolarmente nei programmi della Radiotelevisione Svizzera (Radio 1) in qualità di esperto di temi digitali 

Chiudi

Keynote speech

Cybersecurity e politica di difesa comune: il ruolo dell’Italia

Trenta
Elisabetta Trenta Ministro della Difesa Biografia

Elisabetta TRENTA è nata a Velletri (Roma) il 4 giugno 1967.

E’ Senior Programme Manager per progetti di sviluppo, economia e cooperazione internazionale e vanta un’esperienza di 20 anni nella gestione di progetti e programmi.

Ha acquisito gran parte della sua esperienza all’interno di SudgestAid, una piccola ma dinamica società che opera in situazioni di post-conflitto, quali gli attuali scenari in Iraq, Afghanistan, Libia, Yemen e Libano.

Il suo interesse per le questioni di sicurezza nazionale e difesa si è sviluppato in tale contesto, specialmente dopo la sua prima esperienza in Iraq, dove ha lavorato per il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale come consigliere politico del Comandante delle forze italiane a Nassirya. In tale veste era responsabile delle questioni di governance all’interno del Provincial reconstruction Team.

Il 30 luglio 2008 le è stata conferita la nomina a capitano della Riserva Selezionata dell’Esercito. Elisabetta Trenta è stata ricercatrice per la sicurezza e la difesa presso il Centro Militare di Studi Strategici della Difesa (CEMISS) dal 2016 al 2017. Nel 2009 è anche stata Consigliere nazionale del Comandante del contingente italiano schierato con le Forze di Interposizione delle Nazioni Unite in Libano (UNIFIL) a Tibnin, e ha partecipato a varie esercitazioni militari nazionali ed internazionali.

Tra il 2010 e il 2011 ha lavorato in Libano con SudgestAid, a sostegno della decentralizzazione del Ministero degli Interni e delle Municipalità libanese. Dal 2013 al 2014, in Libia, è stata Project Manager per il reintegro degli ex-combattenti all’interno della Task Force Siti Archeologici.

La dott.ssa Trenta ha una vasta conoscenza e lunga esperienza(2004/2009) nel campo delle procedure e della gestione di progetti europei, in particolare per i Contratti-quadro della UE nel campo della governance e della standardizzazione. Nel 1994 si è laureata in Scienze Politiche con indirizzo economico presso l’università La Sapienza di Roma. Ha poi conseguito i seguenti Master: Sviluppo internazionale, presso la STOA-School of Management (1996); Intelligence and Security, University of Malta-Link Campus (Rome, 2008); Geopolitica (titolo del Master on line: Caos e poteri: le equazioni del mutamento), SIOI-Limes e Oltrelimes (2013). I numerosi corsi frequentati includono: Il Corso di pre-schieramento per la Libia – Scuola Superiore S. Anna, Pisa (2014); Stabilization and Reconstruction Management Senior Course- Centro Studi Post-Conflict Operations dell’Esercito, Torino (2014); Hostile Environment Awareness Training Course (HEAT) organizzato dall’Esercito Italiano in collaborazione con University of Malta- Link Campus (2015); Intelligence Analysis Course, organizzato dall’Esercito Italiano in collaborazione con University of Malta- Link Campus (2016); New Peacekeeping Operations as a Stabilizing Factor for the EU- European Security and defence College press oil Centro Alti Studi della Difesa (CASD), Roma, (2017).

Chiudi

Tavola rotonda: La nuova governance nazionale nel quadro della direttiva NIS e del suo recepimento in Italia

Vaninetti
Stefano Vaninetti Security Leader - Cisco Systems Italy Biografia

Stefano Vaninetti è stato chiamato a far parte del team Global Security Sales Organization (GSSO) con il ruolo di Security Leader per l'Italia. In questa veste il manager guiderà il team di esperti della divisione GSSO dedicato all’esecuzione della strategia di cybersecurity di Cisco per offrire a partner e clienti una serie soluzioni e di servizi di eccellenza. 

Entrato in Cisco nel 2006,  ha ricoperto posizioni di crescente responsabilità nello sviluppo del business Data Center con un particolare focus nel banking e nei grandi gruppi industriali del nostro paese. Sotto la sua guida l'Italia ha visto il business del Data Center svilupparsi anno dopo anno, con una crescita rapida e consistente, che il manager ha saputo ottenere grazie ad un approccio che coniugato la capacità di innovare con la visione architetturale di Cisco. Prima di entrare in Cisco aveva ricoperto il ruolo di Major Account Executive in Bea System (2002-2006), Key Account Manager in bbtoptrade (2001) e Market Development Manager in Mediofactoring (1996-2000). Stefano Vaninetti ha conseguito una laurea in Business Administration presso l’Università degli Studi di Bergamo.

Chiudi

Fiorillo
Costantino Fiorillo Responsabile Organo Centrale di Sicurezza - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il ruolo della PA, il progetto digital security e la componente Sicurezza del piano triennale

Intervento

Tortorelli
Francesco Tortorelli Responsabile Area Soluzioni per la pubblica amministrazione - AgID

Sessione video: la voce dei protagonisti del Cantiere sicurezza digitale

Il ruolo del mercato

Urciuoli
Marco Urciuoli Country Manager - Check Point Italia Biografia

Oltre 20 anni di esperienza nel settore della cybersecurity, Urciuoli è entrato in Check Point Software Technologies nel 2011, dove ha inizialmente ricoperto il ruolo di Major Account Manager e dal 2014, quello di Head of Sales. In qualità di responsabile delle vendite, ha avuto l’opportunità di essere parte integrante del team executive dell’azienda, ed ha messo a punto una strategia di vendita solida che ha portato Check Point a rafforzare la propria presenza nel mercato locale.

Chiudi

Inga
Rocco Inga Country Manager Italia - Matrix42 Biografia

Prima ancora che professionista, innamorato della figlia Vittoria, appassionato di Tennis e Mountain bike. Laureato alla LUISS Guido Carli di Roma in Economia e Commercio e dopo aver frequentato un Master in management alla Bocconi, Rocco Inga inizia la sua carriera in IBM come Sales Manager, per poi arricchire la sua esperienza ventennale e internazionale nel mondo IT in Lenovo e Landesk e atterrare in Matrix42, multinazionale con sede in Germania specializzata in digital workspace management, come Country Manager Italia

Chiudi

Slocovich
Michele Slocovich Director of Outreach Italy del CISQ, Docente Computer Science all'Università Luigi Bocconi, Solution Design Director di CAST Biografia

Solution Design Director di CAST, Director of Outreach Italy del CISQ e Docente Computer Science all'Università Luigi Bocconi.

Abilito ed educo organizzazioni ed individui, sia nel settore pubblico che privato a supportare le decisioni e le strategie di business, tramite l’adozione di paradigmi vincenti in diversi ambiti: Misura e gestione del rischio degli asset software ed IT; CyberSicurezza e Resilienza delle applicazioni e dei Sistemi IT, protezione dati in ambito GDPR; Governo dei fornitori e dei processi di acquisizione di attività di sviluppo e manutenzione; Programmi di trasformazione improntati ai paradigmi Agile e Devops; Conversione in valore delle attività di analisi e misura del software, tramite la progettazione di programmi di produttività e quality assurance.

Chiudi

Bechelli
Luca Bechelli Information & Cyber Security Advisor - P4I – Partners4Innovation

Nuovi scenari per gli operatori di Infrastrutture Critiche

Franchina
Luisa Franchina Presidente - AIIC - Associazione Italiana esperti in Infrastrutture Critiche Biografia

Ingegnere elettronico con dottorato e post dottorato di ricerca in ingegneria elettronica e master in geopolitica (IASD) del Centro Alti Studi Difesa, Luisa Franchina ha conseguito la qualifica militare Cbrn alla Scuola di Rieti; ha lavorato come ricercatore in alcune università estere; è docente in master specialistici di alcune università (tra cui Sapienza, Tor Vergata, SIOI, Campus Biomedico, Università di Milano) sui temi della sicurezza nazionale. Ha pubblicato numerosi articoli e libri su temi di sicurezza e protezione infrastrutture critiche.

È stata direttore generale della segreteria per le Infrastrutture Critiche della Presidenza del Consiglio dei Ministri (2010-2013); direttore generale del Nucleo Operativo per gli attentati nucleari, biologici, chimici e radiologici al Dipartimento della Protezione Civile (2006-2010) e direttore generale dell’Istituto Superiore delle Comunicazioni e delle Tecnologie dell’Informazione, al Ministero delle Comunicazioni (2003-2006).

Chiudi

Mellini
Giovanni Mellini Responsabile del settore Sicurezza delle Informazioni dei Sistemi e delle Reti, - ENAV Biografia

Giovanni Mellini è responsabile del settore Sicurezza delle Informazioni, dei Sistemi e delle Reti presso ENAV S.p.A., la società italiana che fornisce il servizio controllo del traffico aereo. Il team di cui ha la responsabilità ha l'obiettivo di garantire la sicurezza dei sistemi e delle reti di ENAV sia da un punto di vista di governance e processi che da un punto di vista operativo attraverso l'Information Security Operation Center (i-SOC). L'i-SOC, un'eccellenza in Europa nel contesto dei provider di servizi di navigazione aerea, si fonda sui principi di open source ed information sharing e condivisione.

Chiudi

Trinchera
Mario Trinchera Responsabile Sicurezza Certfin - ABIlab
Vodafone
Intervento a cura di Vodafone

Conclusioni

Vecchione
Gennaro Vecchione Direttore Generale, Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza (Dis) - Presidenza del Consiglio dei Ministri Biografia

Gennaro Vecchione è nato a Roma il 17 giugno 1959. Prefetto, ha ricoperto incarichi apicali all’interno della Guardia di Finanza, dove ha svolto attività operativa, addestrativa, di Stato maggiore, analisi e formazione. Già Direttore della Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia presso il Ministero dell’Interno (Dipartimento della Pubblica Sicurezza), il 21 novembre 2018 è nominato Direttore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS).

Ottiene la maturità scientifica presso la Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli (1978). Successivamente entra nell’Accademia della Guardia di Finanza a Roma, conseguendo, nel 1980, la nomina a Sottotenente. Nel 1988 ottiene la laurea in Giurisprudenza (Università degli Studi Statale di Milano). Dal 1994 al 1996 frequenta il 23° Corso Superiore di Polizia Tributaria. Seguono la laurea in Scienze della Sicurezza Economico Finanziaria (Università degli Studi di Tor Vergata, 2003) e in Scienze Politiche (Università degli Studi di Trieste, 2004). Nel 2006 frequenta il Master in Diritto Tributario dell’Impresa presso l’Università degli Studi “Bocconi” di Milano.

In avvio del suo percorso professionale viene nominato Comandante di Drappello (Polizia Doganale) del Nucleo Regionale Polizia Tributaria a Milano (1982-1985). Successivamente si occupa di attività operativa, ispezioni fiscali ed investigazioni come Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Ferrara (1986), e, sempre a Ferrara, del Nucleo Provinciale Polizia Tributaria (1987). Dal 1987 al 1990 ricopre l’incarico di Comandante dei Corsi Ufficiali dell’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo.

Dal 1990 al 1992 è Comandante di Sezione per la lotta contro il crimine organizzato (G.I.C.O.) presso il Nucleo Centrale di Polizia Tributaria a Roma.

Nell’ambito dell’attività di Stato Maggiore ricopre la posizione di Ufficiale addetto all’Ufficio Operazioni del Comando Generale della GdF (1992-1994). Dal 1996 al 1998 è Capo Ufficio Operazioni del Nucleo Centrale Polizia Tributaria. Dal 1998 al 2003 è Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Treviso. Successivamente ricopre la posizione di Comandante del Nucleo Speciale Servizi Extratributari a Roma, e Comandante del Gruppo Antitrust, lavori Pubblici e Energia.

Dal 2004 al 2007 conduce attività di analisi e progettazione operativa nazionale in materia di evasione fiscale, comandando il Nucleo Speciale Entrate della Guardia di Finanza di Roma. Per lo stesso Corpo guida, dal 2007 al 2008, il Nucleo Speciale Funzione Pubblica e Privacy.

Dal 2008 al 2011 lavora presso il Dipartimento per le politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri dove è Comandante del Nucleo della Guardia di Finanza per la repressione delle frodi comunitarie.

Nel 2011 è nominato Comandante della Legione Allievi della Guardia di Finanza di Bari. Incarico che ricopre fino a settembre del 2013 quando gli viene assegnato il Comando Unità Speciali della Guardia di Finanza di Roma. Incarico che torna a ricoprire dal settembre 2015 a luglio 2017. Sempre nel 2015 è Comandante in s.v. del nuovo Comando Tutela Economia e Finanza della Guardia di Finanza.

Da luglio 2017 a novembre 2018 è Direttore della Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia presso il Ministero dell’Interno (Dipartimento della Pubblica Sicurezza). Il Presidente del Consiglio lo nomina il 21 novembre 2018 Direttore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS) e, il 13 dicembre 2018, Prefetto.

All’Ufficiale Generale, che ha ricevuto numerosi encomi per essersi distinto in operazioni di servizio, sono state conferite numerose onorificenze: Cavaliere, Ufficiale e Commendatore dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”; Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare; Croce d’oro per lungo servizio; Medaglia d’oro al merito militare per lungo comando. Inoltre è Revisore Ufficiale dei Conti; autore di articoli su giornali nazionali e sulle maggiori riviste della Guardia di Finanza; è autore del libro La tutela del patrimonio archeologico nazionale. Ha insegnato all’Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo ed è stato docente alla Scuola di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Roma. Ha svolto insegnamento anche in ambito universitario presso l’Università degli Studi “Roma Tre”, dove è stato docente e coordinatore di un modulo del 1° master “Esperto Finanziamenti Europei”.

Chiudi

Torna alla home