Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2019 (14-16 maggio)

Torna alla home

  da 15:00 a 18:00

Infrastrutture e cloud: lo stato del percorso evolutivo dell'ICT pubblico [ co.08 ]

Iscriviti a questo evento

Con la conclusione del censimento del patrimonio informativo della PA e l’avvio del processo di qualificazione dei Poli Strategici Nazionali (PSN) e dei Cloud Service Provider (CSP), il piano di razionalizzazione delle risorse ICT della PA entra nella sua fase cruciale. Questi passaggi rappresentano non solo un passo fondamentale verso la razionalizzazione delle infrastrutture fisiche pubbliche dal punto di vista strutturale ed economico, ma anche un’opportunità per sviluppare nuovi approcci sui modelli di organizzazione e di erogazione dei servizi, quali driver di sviluppo dell’economia.

Attraverso il confronto tra i principali operatori pubblici e privati coinvolti nel percorso di creazione del nuovo modello di Cloud della PA, il convegno mira ad approfondire il ruolo di PSN e CSP nel rinnovato panorama dell’ICT pubblico, nonché a fornire un quadro aggiornato degli strumenti di procurement (strumenti innovativi, nuove gare strategiche) in grado di abilitare la definizione di un ambiente omogeneo dal punto di vista non solo tecnologico, ma anche contrattuale.


In collaborazione con

Programma dei lavori

Chairperson e intervento di apertura

Uberti Foppa
Stefano Uberti Foppa Giornalista, esperto di digital business innovation Biografia

Giornalista professionista, direttore della rivista e del portale ZeroUno per 22 anni, inizia ad occuparsi di giornalismo nel settore informatico nel 1981, partecipando all'avvio della sede italiana del settimanale Computerworld. Nel 1987 passa al mensile ZeroUno di cui nel 1997 assume la direzione insieme a quella del settimanale PcWeek Italia. Fonda nel 2006 la casa editrice Next Editore, poi confluita, nel 2017, nel Gruppo Digital360. Si occupa dell’analisi dell’evoluzione digitale sia in rapporto allo sviluppo di impresa sia all’impatto sui modelli organizzativi e sulle competenze professionali ed è oggi opinion leader riconosciuto nel settore Ict in Italia.

Chiudi

Keynote

Il programma Crown Hosting del governo britannico

Dawson
David W. Dawson Crown Hosting Framework Authority - Crown Commercial Service UK Biografia

I have more than 25 years experience in data centre design, build, implementation and operation. I am a former Head of IT Operations, Senior Director with Gartner, interim CIO and was EMEA Data Centre Practice Manager for Dell. I have designed and built data centres across Europe and the Middle East, and assisted in operational design for governments as far afield as Australia and the US.

I have significant experience in data centre and operational transformation design, including migration to both private and public cloud services. This lead me to being the Technical Lead for the design and implementation of the Crown Hosting service for the UK Government.

Chiudi

I SESSIONE: Infrastrutture qualificate

La strategia Cloud della PA: a che punto siamo

Rellini Lerz
Giovanni Rellini Lerz Area Trasformazione Digitale - Servizio razionalizzazione risorse ICT della PA - AgID Biografia
Giovanni Rellini Lerz, laureato in Fisica presso l’Università di Milano, è attualmente dipendente dell’Agenzia per l’Italia Digitale, provenendo dagli Enti che hanno preceduto l’Agenzia (AIPA, CNIPA, DigitPA). Precedentemente all’ingresso nella Pubblica Amministrazione ha maturato molte esperienze nel campo ICT presso grandi aziende nazionali in quasi tutti i temi dell’informatica e delle telecomunicazioni. 
 
Le attività nelle quali è stato coinvolto sin dall’inizio della sua esperienza nella PA hanno riguardato  gli aspetti delle infrastrutture informatiche delle pubbliche amministrazioni, quali i datacenter della PA, la sicurezza IT e la continuità operativa delle PA, di cui si è occupato per più di 10 anni.
 
Attualmente è responsabile Servizio Razionalizzazione risorse ICT PA.

 

Chiudi

De Rosa
Paolo De Rosa Esperto Cloud & Data Center, Team per la trasformazione digitale - Presidenza del Consiglio dei Ministri Biografia

Fin da ragazzo ho avuto la possibilità di giocare con alcuni strumenti elettronici di mio padre e dei miei zii: il mio preferito era l’oscilloscopio ma venne immediatamente superato dall’arrivo dei primi computer, un Macintosh (Classic II) e un PC (8086 assemblato). Nulla potettero l’estetica e l’eleganza dell’interfaccia del Classic II contro le lezioni di Pascal di mia madre sulla console DOS dell’8086. Quello schermo nero illuminato da pochi fosfori verdi esercitava su di me la stessa attrazione che un buco nero è in grado di esercitare sulla materia, fu vera e propria istigazione all’informatica per un ragazzo di 8 anni. Dopo poco tempo, sono entrato in contatto con Unix (AIX), un vecchio Bull che consentiva di muovere un braccio meccanico tramite interfaccia seriale. Il braccio era bellissimo ma AIX era noioso e inutilmente complicato. Non contento comprai negli Stati Uniti una MicroVax 3100. Speravo di poter costruire il mio sistema di posta con X.400, avevo studiato l’ISO/OSI ma non avevo fatto i conti con VMS. Fortunatamente arrivò presto slackware e il suo kernel 0.99 da compilare, la mia prima distribuzione linux. Fu l’inizio di un’interminabile serie di notti passate in bianco, che prosegue tuttora. Da adolescente, le BBS e Itapac sono state la porta sul nuovo mondo, tutto ciò che era al di fuori del profondo Sud in cui sono cresciuto, la scoperta dell’underground telematico italiano, la comunicazione con i modem, un sogno permanente per me, ma un incubo per i miei genitori quando a fine mese arrivava la bolletta della SIP. E’ stato, poi, l’arrivo di internet, dei newsgroup ed IRC a permettermi di superare i confini nazionali ed entrare in contatto con le comunità internazionali dell’Open Source e di Debian. Sono stati per me anni straordinari di fermento, passione e condivisione delle conoscenze, hanno gettato le basi per un’incessante ricerca del “come funziona” e un’ intramontabile passione per la tecnologia. Dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica, mi sono trasferito a Pisa e ho frequentato la facoltà di Ingegneria delle Telecomunicazioni all’Università di Pisa. Durante il mio secondo anno di studi, ho iniziato a lavorare per la stessa Università e altre piccole aziende IT locali, come consulente IT e sviluppatore di software, anche se il mio principale ambito di interesse era ed è sempre rimasto le reti di telecomunicazioni. Ero convinto di poter trasformare l’IT dell’Ateneo nello stesso modo in cui Ford trasformò l’industria automobilistica all’inizio del ‘900, ma tra ambizione e ingenuità non avevo fatto i conti con i problemi organizzativi della pubblica amministrazione e il mio sogno naufragò ma non del tutto. Ho continuato per diversi anni a lavorare presso l’Università di Pisa occupandomi di molti aspetti dell’IT nell’Ateneo. In particolare, come system administrator e network architect, ho progettato la riorganizzazione dell’infrastruttura di networking e il consolidamento delle risorse di calcolo (fibra di proprieta’, data centers, etc). L’ambiente di ricerca e sperimentazione all’interno dell’università e della comunità GARR mi ha permesso di diversificare e approfondire le mie competenze in molti ambiti, ma in modo particolare sul networking e i sistemi di calcolo distribuiti. Purtroppo, l’assenza di prospettive e di crescita professionale all’interno del mondo universitario mi hanno portato a ricercare nuove esperienze che si sono concretizzate all’estero. Ho iniziato a lavorare per Canonical (Ubuntu) come Dedicated Field Engineer nell’ambito del Cloud per le telecomunicazioni, ho lavorato per alcune delle principali aziende di telecomunicazioni europee come Deutsche Telekom. Da embedded engineer nei team di sviluppo dell’industria delle telecomunicazioni, ho avuto modo di partecipare alla progettazione e realizzazione di infrastrutture cloud su scala geografica (europea), basate su tecnologie Open Source come: Ceph, OpenStack, Contrail, Linux, etc., infrastrutture dedicate alla virtualizzazione delle funzioni di rete (IMS, vCPE, etc). Durante il mio lavoro con Canonical, ho avuto modo di affrontare e approfondire molte delle problematiche che il settore delle telecomunicazioni sta vivendo nel cercare di adottare i paradigmi di cloud computing e nel consolidamento delle infrastrutture esistenti, anche aspetti legati a nuove forme di organizzazione del lavoro in ambito IT come: devops, SRE, agile, etc. L’esperienza nel progettare e gestire infrastrutture su larga scala è stata fondamentale e mi ha consentito di acquisire una visione molto ampia sulle problematiche dell’industrializzazione del mondo IT e il suo rapporto con il mondo delle telecomunicazioni. Semplicità, automazione e scalabilità sono i paradigmi fondamentali alla base del mio lavoro, orientato a supportare il processo di industrializzazione dell’IT. Le diverse esperienze degli ultimi anni mi hanno dato l’opportunità di crescere tecnicamente e umanamente grazie soprattutto a molti colleghi estremamente capaci e preparati, dai quali ho appreso molto anche sull’organizzazione del lavoro in squadra. Pochi mesi fa sono venuto a conoscenza delle attività di Diego nell’ambito della trasformazione digitale del Paese e della sfida che ha voluto raccogliere insieme al Team Digitale, sfida che ha subito suscitato in me la stessa curiosità e lo stesso desiderio di disassemblare il software e i computer che avevo da ragazzo. È stato proprio il desiderio di interagire a basso livello con la trasformazione digitale del paese a portarmi ad applicare per la posizione di Cloud e Data Center. Sono stato convocato per un primo colloquio in cui ho conosciuto il Team e successivamente Diego. Il Team e Diego mi sono subito piaciuti, mi hanno fatto sperare fin dall’inizio che si potesse lavorare nella PA in modo diverso. Non nascondo che la possibilità di partecipare alla missione del Team per la Trasformazione Digitale del Paese rappresenta per me un’occasione importante, che mi permette di contribuire, nel mio piccolo, al cambiamento dell’Italia. Con un po’ di orgoglio, posso finalmente condividere a beneficio di molti quelle conoscenze apprese a spese e al di fuori del paese.

Chiudi

Tavola rotonda – Il ruolo di PSN, CSP e community cloud nel nuovo panorama dell’IT pubblico

Tomasini
Stefano Tomasini Direttore centrale organizzazione digitale - INAIL Biografia

È responsabile del sistema informatico e di telecomunicazione aziendale e dello sviluppo del sistema informativo aziendale, dell'integrazione con gli altri sistemi della pubblica amministrazione, dei rapporti telematici e dell'evoluzione degli strumenti tecnologici per la reingegnerizzazione dei processi produttivi. È responsabile di tutte le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l’accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni procedenti (art.15 Legge 183/2011).

Chiudi

AWS
Intervento a cura di AWS
Aruba Enterprise
Intervento a cura di Aruba Enterprise
Puksic
Simone Puksic Presidente Insiel S.p.A. - Presidente Assinter Biografia
Nato a Udine nel 1984, attualmente Presidente del Consiglio di Amministrazione di Insiel Spa, società in-house di servizi digitali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, è anche Presidente di Assinter Italia, l’Associazione delle Società per l'Innovazione Tecnologica nelle Regioni e Vice Presidente di Euritas, il network europeo dei provider pubblici di servizi ICT per la Pubblica Amministrazione. Advisor dell’Osservatorio delle Competenze Digitali, membro del Consiglio Generale di Assinform e Confindustria Venezia Giulia.
Laureato in economia aziendale all’Università Bocconi ed in economia e amministrazione delle imprese all’Università degli Studi di Udine, si è specializzato presso SDA Bocconi sulla governance delle società non quotate e presso MIP - Politecnico di Milano sul management dell’innovazione digitale nell’Amministrazione Pubblica.
Dal 2012 al 2014 è stato Project & Marketing Manager dell'Agenzia per lo Sviluppo del Distretto Industriale delle Tecnologie Digitali del Friuli Venezia Giulia, per il quale ha sviluppato il cluster delle oltre 130 aziende digitali associate.
 

Chiudi

II SESSIONE: Il ruolo del mercato: verso un nuovo modello di offerta di servizi tecnologici

Magnanimo
Orfeo Magnanimo Enterprise Account Manager - Public Sector - Huawei Technologies
Viganò
Carlo Viganò Technology Sales Manager - Veritas Italia Biografia

Nato a Como il 30 Giugno 1965, con un'esperienza di mercato IT di oltre 30 anni presso alcuni importanti brand di Vendor Multinazionali, maturata in vari ruoli dall’ ingegneria del software e sistemi operativi, alle architetture di soluzioni informatiche complesse, quindi, dopo una significativa esperienza nelle vendite svolge ora il ruolo di Technical Director per Veritas Italia

Chiudi

vodafone
Intervento a cura di vodafone

III SESSIONE: Il Cloud Enablement Program: esperienze

Landi
Alessandro Landi Responsabile Infrastruttura tecnologica e architetture applicative, Servizio ICT regionale - Regione Emilia-Romagna
Lusardi
Cristian Lusardi Area Manager - Consorzio.IT Biografia

Figlio, Fratello, Marito e Padre, amo la tecnologia e l'innovazione, credo nella trasformazione digitale della PA, nel lavoro in team e non temo il cambiamento Dal 2006 ad oggi lavoro presso il Consorzio.IT S.p.A. di Crema, società in house che si occupa della digitalizzazione negli enti locali, dove ricopro il ruolo di responsabile tecnico e commerciale. Dal novembre 2014 a settembre 2016 sono stato membro del consiglio di amministrazione della società Lineacom del gruppo Lgh (ora A2A Smart City). Dal 1999 al 2014 ho svolto 3 mandati amministrativi presso il Comune di Ripalta Cremasca con un ruolo rispettivamente di Consigliere, Assessore e Vicesindaco.

Chiudi

Gelasi
Leandro Gelasi Responsabile - Settore Conduzione dei sistemi del Centro Unico Servizi – Direzione Generale Sistemi Informativi Automatizzati Corte dei Conti Biografia

Laureato in Ingegneria Informatica, sono Funzionario presso la Corte dei conti, dove sono a capo del settore Conduzione del Servizio per la Gestione del Centro Unico Servizi - Direzione Generale Sistemi Informativi Automatizzati.
Linuxaro da quando non andava di moda, appassionato di innovazione, civil servant per vocazione.
Faccio parte della "Squadra" di Luca Attias e collaboro nella divulgazione dei temi relativi alla rinascita della Pubblica Amministrazione italiana.

Chiudi

Intervento di chiusura

Cloud e procurement: gli strumenti Consip a supporto dell’evoluzione della Pubblica Amministrazione

Laurenti
Mario Laurenti Responsabile Area per i beni e servizi IT - Direzione Sourcing ICT - Consip S.p.A
Torna alla home