Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2019 (14-16 maggio)

Torna alla home

  da 09:30 a 11:30

Dal museo al futuro: idee vincenti per la trasformazione digitale [ co.42 ]

Perché il patrimonio culturale italiano, sebbene sia uno dei più importanti al mondo, rivela ad oggi un enorme potenziale di attrattività non ancora valorizzato? Perché, nonostante la percezione del cittadino italiano ed estero rispetto alla fruizione di beni e servizi culturali si posizioni in un range tutto sommato positivo, nessun museo italiano appare tra i 10 più visitati al mondo, contando meno di 1000 visitatori l’anno di cui solo il 30% risultano italiani?

Quali saranno i nuovi paradigmi per portare questi numeri a standard più coerenti con il nostro potenziale e quali sono le Idee Vincenti che possono guidare e introdurre nuovi strumenti per la trasformazione di questo settore? Questi ed altri interrogativi troveranno risposta nelle testimonianze di operatori del settore, trend setter e innovatori tecnologici pionieri di nuovi driver digitali, nel corso del convegno organizzato in collaborazione con Lottomatica e Polihub, l’incubatore d’impresa del Politecnico di Milano. Un viaggio alla scoperta del gap tra i fruitori del passato e i visitatori del futuro, dell’imprenditorialità e l’innovazione digitale in grado di supportare concretamente la trasformazione di un sistema troppo spesso percepito come arretrato.

E l’importanza dell’imprenditorialità digitale è anche alla base di Idee Vincenti, progetto lanciato da Lottomatica in collaborazione con il Polihub, l’incubatore d’impresa del Politecnico di Milano, che intende sostenere la potenzialità del digitale a supporto del settore culturale e contribuire, quindi, all’innovazione in corso nel mondo dei beni culturali puntando su talenti e tecnologia. “mettere ordine […] e attivare un nuovo scenario di fruizione […] specificatamente progettato per il visitatore d’oggi” e stimolare nuove forme di impresa culturale in grado di innovare l’offerta e riprogettare il concept di fruizione e valorizzazione, creando nuove opportunità di crescita imprenditoriale ed occupazionale. Questa la sfida del nostro ecosistema culturale: non solo attrarre visitatori, ma sfruttare le potenzialità della trasformazione digitale per creare un rapporto coeso pubblico/privato. Imprenditorialità e Istituzioni per un progetto comune.

Per ascoltare l'audio integrale dell'evento cliccare QUI

[...riduci]
Perché il patrimonio culturale italiano, sebbene sia uno dei più importanti al mondo, rivela ad oggi un enorme potenziale di attrattività non ancora valorizzato? Perché, nonostante la percezione del cittadino italiano ed estero rispetto alla fruizione di beni e servizi culturali si posizioni in un range tutto sommato positivo, nessun museo italiano appare tra i 10 pi [...leggi tutto]

In collaborazione con

Programma dei lavori

Introduce e Coordina

Missineo
Sebastiano Missineo CEO - Strateghia Srl Biografia
56 anni, Fondatore e Amministratore Unico di Strateghia srl, società di formazione e di consulenza strategica operante nell'ambito del marketing culturale e dei territori, fondata nel 1997. 
Ha ricoperto la carica di Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana della Regione Siciliana dal 2010 al 2012, ed è stato docente a contratto di Marketing presso la Facoltà di Economia - Università degli Studi dell’Aquila - dal 2000 al 2010. 
E’ giornalista pubblicista iscritto all’ordine interregionale del Lazio e del Molise ed è autore di numerose pubblicazioni, scientifiche, libri ed articoli tecnici.
 
 

 

Chiudi

L'importanza dell'innovazione digitale e delle Start Up del Sistema Cultura

Rangone
Andrea Rangone CEO - Digital360 Biografia

Andrea Rangone è stato fondatore e Direttore degli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano. E’ autore di numerose pubblicazioni nazionali ed internazionali nelle aree strategia, digital economy, mobile business e gestione strategica dell’ICT. Ha fondato diverse imprese in ambito digitale. Oggi è CEO di Digital360.

Chiudi

Verso un nuovo paradigma del Sistema Cultura: i fabbisogni evolutivi dei Musei

Lampis
Antonio Lampis Direttore Generale Musei - Ministero per i beni e le attività culturali Biografia

Attuale posizione: dal primo settembre 2017 direttore Generale Musei del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Dal primo giugno 1997  al 31 agosto 2017: dirigente della Provincia autonoma di Bolzano con l'incarico di direttore della Ripartizione 15 (denominata "cultura italiana" e che comprende i cinque seguenti uffici dirigenziali di primo livello: cultura, educazione permanente biblioteche e audiovisivi, bilinguismo e lingue straniere, servizio giovani e biblioteca provinciale italiana ).

Dal giugno 2005 fino al dicembre 2008 è stato direttore sostituto del 5^ dipartimento (cultura, edilizia agevolata, patrimonio).Per molti anni professore a contratto nella libera Università di Bolzano, facoltà di scienze della formazione, cattedra di  Marketing ed Event Management. Visit Professor in diverse università (Univ. Cattolica, IUAV etc.) e master (TSM, DAMS etc.).

Lingue conosciute: italiano, tedesco, inglese, spagnolo e elementi di catalano.

Laureato in giurisprudenza presso l'Università di Trento, ha concluso gli studi con una tesi in Diritto regionale e degli Enti Locali.Ha seguito studi di management pubblico, di comunicazione sociale, economia, marketing e storia delle formazioni politiche.

Tra le numerose pubblicazioni:

A. LAMPIS, Ambienti digitali e musei: esperienze e prospettive in Italia, in A. Luigini e C. Panciroli (a cura di), Educazione al patrimonio culturale e formazione dei saperi, Franco Angeli, Milano, 2018, 11-15.

A. LAMPIS, Anno europeo del patrimonio culturale e musei, in Giornale delle Fondazioni, 15.10.2017, in: http://www.ilgiornaledellefondazioni.com/content/anno-europeo-del-patrimonio-culturale-e-musei

A. LAMPIS, Verso un'idea di welfare allargato. Il welfare culturale nelle iniziative della Provincia autonoma di Bolzano, in Economia della Cultura, Mulino, 1/2017.
A. LAMPIS, Marketing culturale, capacitazione degli attori e stimolo della domanda culturale: l'esperienza della provincia di Bolzano, in F. PUTIGNANO (cur.) Distretti didattici - Patrimonio culturale, conoscenza e sviluppo locale, Politecnica-Maggioli, 2009, pp 0,61-77.
A. LAMPIS, Arte contemporanea, allestimenti e cura del pubblico, in www.fizz.it - ââIdee e risorse per il marketing culturale, 2008 e Pagine a Tema - Atti del progetto Aspettando manifesta PAB maggio 2008 Bolzano.
A. LAMPIS, Esperienze di sviluppo dell'audience: propedeutica e nuove formule di presentazione di arte e cultura, in F. Severino (cur.) "Un markerting della cultura" Franco Angeli, Milano, 2005
A.LAMPIS, PL. SACCO, G.TAVANO BLESSI, Costi di attivazione e partecipazione culturale: il caso della Provincia autonoma di Bolzano; Milano, Mieo-IULM, 2010.
A. LAMPIS; Esperienze nell'audience Allargamento in Alto Adige (Come aumentare i consumatori culturali in Alto Adige): Propedeutica e nuovi modi di presentare arte e cultura; Documento per la quarta Conferenza internazionale sulla politica culturale, Vienna, luglio 2006, in (http://www.provincia.bz.it/cultura/downloads/Lampis_audienceenlargement.pdf).
Molte altre pubblicazioni nel campo della cultura e del marketing culturale.

Il suo CV completo è pubblicato online: http://musei.beniculturali.it/wp-content/uploads/2017/09/CV-ANTONIO-LAMPIS-maggio-2018-1.pdf e in diversi siti di università e istituzioni pubbliche .

Chiudi

Esperienze

Progetto Idee Vincenti, la voce degli innovatori digitali

Il Progetto Idee Vincenti: il ruolo di PoliHub

Mainetti
Stefano Mainetti al convegno: "Dal museo al futuro: idee vincenti per la trasformazione digitale" - FORUM PA 2019
Stefano Mainetti CEO - PoliHub Biografia Vedi atti

Stefano Mainetti è Consigliere Delegato dell’incubatore d’Impresa PoliHub del Politecnico di Milano, gestito dalla Fondazione Politecnico. E’ da 30 anni docente e consulente nelle tematiche relative all’impiego strategico delle ICT.

E’ direttore dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service e dell’Osservatorio Enterprise Application Governance della School of Management del Politecnico di Milano. E’ inoltre docente presso la faculty del MIP - GraduateSchool of Business del Politecnico di Milano, su temi di Management of  Information Systems.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_42_mainetti.pdf

Chiudi

Progetto Aerariumchain.com

Rea
Giorgio Rea al convegno: "Dal museo al futuro: idee vincenti per la trasformazione digitale" - FORUM PA 2019
Giorgio Rea Founder progetto Aerariumchain.com Biografia Vedi atti

Dopo aver concluso il suo percorso di studi all’Università degli Studi di Milano, ha conseguito il Dottorato in archeologia Classica presso la Sorbonne Université di Parigi nel 2018; Archeologo con esperienza decennale sul campo, ha collaborato a diversi scavi svolti da gruppi di ricerca internazionali in Italia, in Giordania e in Egitto.

Le sue esperienze lo hanno sensibilizzato al bisogno di sviluppare sistemi tecnologici per la salvaguardia dei beni culturali, portandolo a creare nel 2018 il progetto Aerariumchain con il supporto tecnico della startup WEREA s.r.l.

Parallelamente all’impegno di Aerariumchain, continua operativamente la sua attività di archeologo come libero professionista. 

 

 

Chiudi

Progetto CityOpenSource

Montanari
Marco Montanari al convegno: "Dal museo al futuro: idee vincenti per la trasformazione digitale" - FORUM PA 2019
Marco Montanari Software Architect Biografia Vedi atti
Laureato in ingegneria informatica all'Univeristà di Bologna nel 2009, inizia a lavorare presso i Laboratori Gugliemo Marconi. Da sempre appassionato di Intelligenza Artificiale e di Rappresentazione della conoscenza, inizia a lavorare in progetti nell'ambito di applicazioni GIS. Proprio attraverso questo passaggio si appassiona al mondo degli Open Data e inizia a collaborare con diverse associazioni e diversi gruppi che promuovono la diffusione e la distribuzione dei dati aperti di tutti gli ambiti: dai dati geografici ai dati della cultura e dei musei senza dimenticare i dati economici. Collabora inoltre con diversi giornalisti per analisi e visualizzazione di dati open e non.
 

Chiudi

Progetto Percorsi di contaminazione tattile

Calabrò
Valentina Calabrò Storica dell'arte Biografia

E` storica dell’Arte laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università di Pavia e a completamento del percorso formativo ha partecipato ai Master di lettura tattile in ambito artistico organizzati dall’istituto dei ciechi “F. Cavazza” e dal museo tattile “Anteros” di Bologna. Si è successivamente specializzata in digitalizzazione e modellazione 3D all’interno dell’ambito dei beni culturali.

E` ideatrice di progetti per la valorizzazione del territorio locale e dal 2005 si occupa principalmente di organizzazione e governance di eventi promozionali. Tortonese DOC, è da sempre molto legata alla sua città.

Chiudi

Progetto Vedere l’invisibile

Bazzotti
Guido Bazzotti al convegno: "Dal museo al futuro: idee vincenti per la trasformazione digitale" - FORUM PA 2019
Guido Bazzotti Titolare - 3DG di Guido Bazzotti Biografia Vedi atti

Formatosi a Milano nell’ambito della computer grafica tridimensionale per l’architettura e i media, collabora con studi di post-produzione e agenzie di comunicazione, fino a concentrarsi sui prodotti multimediali e le installazioni interattive per Musei e Associazioni Culturali. Realizza ricostruzioni virtuali di monumenti e contesti storici sul il territorio nazionale e ha collaborato a molteplici progetti di valorizzazione dei beni in connessione con Atenei, Soprintendenze e Musei.

Appassionato di nuove tecnologie ricerca soluzioni innovative per portare al pubblico più trasversale i contenuti sotto forma di immagini, video ed esperienze interattive.

All’interno del progetto “Vedere l’Invisibile” è il creatore delle ricostruzioni virtuali e il coordinatore del progetto tecnologico che si prefigge di proporre una nuova frontiera della fruizione visiva ed esperienziale del patrimonio storico-artistico.

Chiudi

Tavola rotonda

Tendenze e cambiamenti nelle modalità di fruizione museale da parte dei millenials e i nativi digitali

Cocozza
Lorena Cocozza Head of Qualitative Transformation - Kantar, Insights Division Biografia

Laureata in Psicologia dei processi sociali, decisionali e dei comportamenti economici. Lorena ha esperienza dal 2010 nel settore delle ricerche di mercato e consulenza alle aziende, con un expertise focalizzata sul brand values & positioning, progetti internazionali e clinicl – car clinic. Ha anche esperienza specifica nelle digital research e in target particolari.

I suoi settori primari sono Beauty, Tobacco, Automotive, Alcoholic beverage and lottery.

È attualmente Head of Qualitative Transformation e Manager con expertise in Brand Strategy & Guidance e membro del Kantar MillennialLab

Chiudi

Andreani
Silvia Andreani Senior Client Executive - Kantar, Insights Division Biografia

Psychologa

Esperienza in Marketing Research dal 2014.

Consulenza e ricerca di marketing mediante integrazione dell’approccio qualitativo con macro trend di scenario. Particolare specializzazione su Millennial, dinamiche delle generazioni, beverage and fashion & luxury

E’ membro del MillennialsLab.

Chiudi

Progetto Father & Son

Giulierini
Paolo Giulierini Direttore - Museo Archeologico Nazionale di Napoli Biografia

Archeologo, si è laureato in Etruscologia e Antichità italiche (1993) ed è specializzato in archeologia classica (1996) presso l’Università degli Studi di Firenze. 
Dal 2005 è stato anche Direttore del MAEC (Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona) e della Biblioteca del Comune e dell’Accademia Etrusca di Cortona.

Dal 1° ottobre 2015 è Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli e dal febbraio 2018 Direttore ad interim del Parco Archeologico dei Campi Flegrei.

Nel quadriennio 2016-2019, in qualità di direttore del Mann, si segnalano,almeno, le seguenti attività: pubblicazione del piano strategico e relativi annual report;sperimentazione del progetto OBVIA dedicato alle tecniche innovative di comunicazione museale; realizzazione del primo videogame mondiale di materia archeologica dedicato ad un museo (Father and Son); stipula di protocolli di intesa quadriennali con il museo Ermitage di San Pietroburgo,  il Museo J.P. Getty di Los Angeles, la Regione cinese del Sichuan, il Parco Archeologico di Pompei, il Colosseo, la Regione Sicilia; riapertura sezioni egizia, epigrafica, Magna Grecia, Preistoria e relative guide editoriali.

Chiudi

Contributo di Scenario sugli standard museali e le nuove tecnologie

Mencarelli
Rosaria Mencarelli Direttore Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell'Abruzzo con esclusione della città dell'Aquila e dei comuni del cratere - Ministero per i beni e le attività culturali Biografia

Ha svolto la sua carriera in vari uffici del Ministero per i beni e le attività culturali con attività connesse ai principali aspetti della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, in particolare quelle di tutela territoriale, nonché attività scientifiche museali e di pianificazione e progettazione della gestione dei luoghi della cultura anche a livello integrato territoriale.Si segnalano i progetti che ha curato per la ex Direzione generale per la valorizzazione del patrimonio culturale (2010-2013): le linee guida emanate nel 2010 in materia di servizi al pubblico nei luoghi della cultura statali,  la ricerca finalizzata alla individuazione di nuove strategie di gestione del sistema di pricing  dei musei, e di sistemi evidence based di valutazione dei servizi culturali nei luoghi della cultura. Ha curato inoltre i progetti per la realizzazione di un sistema di standard di qualità per i luoghi della cultura siciliani e di monitoraggio e di valutazione degli impatti economici e culturali degli eventi culturali in Calabria.

E’ membro del Gruppo di Lavoro di ICOM Italia Valutazione dei musei e studi sui visitatori e del Coordinamento ICOM  Abruzzo. E’ stato membro, in qualità di esperto italiano, del Gruppo di lavoro OMC della Commissione Europea per la governance partecipativa del patrimonio culturale (Piano di lavoro 2015-2018).

E’ membro del CdA (consigliere di nomina MiBACT) della Fondazione Zetema- Centro per la valorizzazione e gestione delle risorse storico-ambientali”  di Matera e membro del Comitato dei Garanti del Polo del ‘900 di Torino.

Dal 2015 al luglio 2017 ha ricoperto l’incarico di direttore della Rocca Albornoz-Museo nazionale del Ducato di Spoleto. Scrive su riviste e interviene in seminari e convegni sui temi della tutela, della governance del patrimonio culturale  e sulla progettazione culturale territoriale.

Chiudi

Conclusioni

Mainetti
Stefano Mainetti CEO - PoliHub Biografia

Stefano Mainetti è Consigliere Delegato dell’incubatore d’Impresa PoliHub del Politecnico di Milano, gestito dalla Fondazione Politecnico. E’ da 30 anni docente e consulente nelle tematiche relative all’impiego strategico delle ICT.

E’ direttore dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service e dell’Osservatorio Enterprise Application Governance della School of Management del Politecnico di Milano. E’ inoltre docente presso la faculty del MIP - GraduateSchool of Business del Politecnico di Milano, su temi di Management of  Information Systems.

Chiudi

Rangone
Andrea Rangone CEO - Digital360 Biografia

Andrea Rangone è stato fondatore e Direttore degli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano. E’ autore di numerose pubblicazioni nazionali ed internazionali nelle aree strategia, digital economy, mobile business e gestione strategica dell’ICT. Ha fondato diverse imprese in ambito digitale. Oggi è CEO di Digital360.

Chiudi

Torna alla home