Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2019 (14-16 maggio)

Torna alla home

  da 16:00 a 17:00

Prevenire i rifiuti alimentari per dimezzare lo spreco: l’impegno del Ministero dell’Ambiente [ ws.36 ]

Iscriviti a questo evento

La FAO stima che circa 1/3 della produzione alimentare globale viene persa o sprecata lungo il tragitto che compie dal campo alla tavola. Uno degli “Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile” approvati dalle Nazioni Unite nel 2015 mira a dimezzare lo spreco alimentare entro il 2030. L’esigenza di intervenire in modo tempestivo trova motivazioni etiche, ma anche socio-economiche e ambientali legate allo sperpero di risorse naturali, inquinamento dell’ambiente ed emissioni in atmosfera di gas a effetto serra. Il Ministero dell’Ambiente è già da molti anni attivo nel contrasto allo spreco alimentare con un impegno crescente volto da un lato ad incrementare le conoscenze del fenomeno per meglio definire misure di intervento e dall’altro a favorire direttamente pratiche di prevenzione degli sprechi.

L’inclusione dell’obiettivo di dimezzamento dello spreco all’interno della normativa comunitaria sui rifiuti ha ulteriormente innalzato l’attenzione su questo tema avviando nuove linee di attività.

Questo seminario illustrerà l’approccio del Ministero dell'Ambiente alla prevenzione dello spreco alimentare anche attraverso la specifica prospettiva della prevenzione del rifiuti alimentari. Verranno presentate le diverse collaborazioni in corso con istituti di ricerca, Università e organizzazioni non-profit con un focus specifico sui progetti di ricerca e sensibilizzazione condotti dall’Università di Bologna.


A cura di

Programma dei lavori

Intervengono

Incocciati
Federica Incocciati Economista ambientale - Unità Assistenza Tecnica Sogesid S.p.A. presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento Biografia

Dal 2008 lavora nell'Unità Assistenza Tecnica della Sogesid S.p.A. presso il Ministero dell’Ambiente occupandosi di gestione di rifiuti con particolare riferimento alle tematiche della prevenzione e dell’economia circolare. In ambito comunitario, ha collaborato attivamente ai lavori in sede di Consiglio dell’ Unione europea relativi alla revisione della normativa rifiuti del pacchetto “economia circolare”. Più recentemente è stata coinvolta nel negoziato relativo alla proposta di direttiva sulle “plastiche monouso”. In ambito internazionale segue in particolare le attività ministeriali a livello G7 e G20, curando la partecipazione della Direzione generale per i rifiuti e l’inquinamento in tali processi.

Chiudi

Falasconi
Luca Falasconi Ricercatore - Docente di Politica Agraria e Sviluppo Rurale - Università di Bologna Biografia

Luca Falasconi (Pesaro 1972) è ricercatore presso l’Università di Bologna dove è anche docente di Politica Agraria e Sviluppo Rurale. La sua attività di ricerca si concentra prevalentemente sul fenomeno degli sprechi alimentari ambito che lo vede impegnato dal 1998 e nel quale ha trovato applicazione anche con Last Minute Market spin off dell'Università di Bologna, di cui è fondatore assieme ad Andrea Segrè. La sua attività di ricerca ha spaziato anche sullo sviluppo rurale e sostenibile, nel quale ha approfondito le tematiche dell’alimentazione sostenibile sia dal punto di vista economico, che ambientale che sociale. È socio dell’Accademia dei Giorgofili, dell’Accademia Nazionale di Agricoltura di Bologna che della Società Italiana degli Economisti Agrari.

Per ulteriori informazioni: https://www.unibo.it/sitoweb/luca.falasconi

Chiudi

Magnavita
Giulia Magnavita Funzionario di amministrazione V livello - CNR IIA c/o UOS presso Ministero dell’Ambiente Biografia

Dal 2008 lavora presso la sede secondaria del CNR IIA presso il Ministero dell’Ambiente. Si occupa di supporto al Direttore generale per le attività connesse alla pianificazione strategica, alla programmazione operativa, al sistema di misurazione e valutazione delle performance organizzative e individuali, al controllo di gestione, alla rendicontazione dell’attuazione del programma di governo e della Direttiva generale del Ministro, alla elaborazione, predisposizione, definizione, controllo, attività di monitoraggio e altre attività necessarie per l’attuazione di Protocolli d’intesa, di Accordi di programma quadro, di Accordi di programma, Convenzioni attuative e di altri strumenti di programmazione negoziata.

Chiudi

Torna alla home