Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2019 (14-16 maggio)

Torna alla home

  da 15:00 a 16:00

Il nuovo paradigma della tracciabilità: il dato ambientale quale strumento di sviluppo del comparto legato alla gestione dei rifiuti [ ws.33 ]

Il decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, convertito con modificazioni dalla legge 11 febbraio 2018, n. 12, ha soppresso il sistema di tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all’articolo 188-ter del Codice ambientale. L’obiettivo del nuovo sistema è passare dalla tracciabilità delle movimentazioni dei rifiuti alla tracciabilità dei dati ambientali, in modo da garantire una maggiore interoperabilità degli stessi e permettere al Ministero dell’Ambiente di rispondere alle sue funzioni di indirizzo generale.

A tal fine è istituito il Registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti, realizzato e gestito direttamente dal Ministero dell'Ambiente, strumento che si servirà della piattaforma telematica e del supporto tecnico/amministrativo dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali. Il Registro si comporrà di una sezione Anagrafica, comprensiva dei dati in capo agli utenti, e di una sezione Tracciabilità che includerà i dati relativi ai registri di carico e scarico, ai FIR ed ai percorsi effettuati dai veicoli di trasporto (tramite sistemi di geo-localizzazione reperibili sul mercato).

La digitalizzazione dei modelli di riferimento e l’entrata in vigore del Registro elettronico accresceranno il monte informazioni dei rifiuti ad ogni livello di gestione (raccolta, trasporto, trattamento, smaltimento) ed agevoleranno la lettura integrata dei dati ambientali, al fine di verificare le posizioni dei soggetti delle varie filiere e di adottare politiche ambientali maggiormente efficienti.

[...riduci]
Il decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, convertito con modificazioni dalla legge 11 febbraio 2018, n. 12, ha soppresso il sistema di tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all’articolo 188-ter del Codice ambientale. L’obiettivo del nuovo sistema è passare dalla tracciabilità delle movimentazioni dei rifiuti alla tracciabilità dei dati ambientali, in [...leggi tutto]

A cura di

Programma dei lavori

Interviene

Gaudiello
Ilde Gaudiello al seminario "Il nuovo paradigma della tracciabilità: il dato ambientale quale strumento di sviluppo del comparto legato alla gestione dei rifiuti" - FORUM PA 2019
Ilde Gaudiello Direttore - Divisione III “Pianificazione, tracciabilità e vigilanza sulla gestione dei rifiuti” della Direzione generale per i rifiuti e l’inquinamento del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Biografia Vedi atti

Ilde Gaudiello è Direttore della Divisione III “Pianificazione, tracciabilità e vigilanza sulla gestione dei rifiuti” della Direzione generale per i rifiuti e l’inquinamento del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Nello svolgimento del suo incarico, cura direttamente tutte le questioni riguardanti la tracciabilità dei rifiuti, con l’ausilio di esperti. È componente del Comitato Nazionale dell’Albo dei Gestori Ambientali.

Nel corso della sua carriera professionale è stata Vice Capo di Gabinetto addetto all’ordine pubblico e sicurezza e Direttore Servizi generali del Gabinetto del Comune di Roma, in forza del Commissario Straordinario, Prefetto Francesco Paolo Tronca.

Ha prestato servizio, in qualità di Direttore della Divisione II “Anticorruzione, trasparenza e processi gestionali e di valutazione”, presso il Segretariato generale presso il Ministero dell’Ambiente.

È stata, inoltre, Vice capo Ufficio Legislativo, in qualità di Responsabile attività parlamentare presso il medesimo Dicastero.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

gaudiello_ilde_ws_33.pptx

Chiudi

Torna alla home