Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2019 (14-16 maggio)

Torna alla home

  da 10:00 a 11:30

Il futuro del Sistema statistico nazionale a 30 anni dalla sua costituzione [ co.18 ]

in collaborazione con ISTAT

La legge istitutiva del Sistan è del settembre 1989. Il giudizio diffuso è che sia stata un’ottima legge e che abbia raggiunto numerosi risultati, tuttavia si ritiene necessario avviare alcuni interventi strutturali di revisione che tengano conto delle numerose evoluzioni dell’assetto organizzativo dello Stato, della PA, delle tecnologie e dell’ampliamento dell’offerta e della domanda di statistiche di qualità.

Il Convegno si propone di illustrare alcune linee di riforma del d.lgs. 322/89, partendo dalla conoscenza dei punti deboli e dei nodi che stanno compromettendo l’efficacia complessiva del Sistema statistico nazionale. Tra questi, si discuterà della responsabilizzazione delle amministrazioni in materia statistica, del rafforzamento del ruolo e dell’evoluzione degli Uffici di statistica, dei vincoli e delle sfide per la protezione dei dati personali, delle nuove opportunità offerte dalle tecnologie, del doppio ruolo degli attori del territorio sia come fornitori di dati, sia come esigenti utilizzatori delle informazioni statistiche.

L’evento sarà aperto da una relazione introduttiva che presenterà le linee fondamentali di una possibile riforma, cui seguirà una tavola rotonda alla quale parteciperanno le principali Istituzioni che potrebbero essere coinvolte in questo processo.

Per ascoltare gli interventi della Tavola Rotonda cliccare QUI

[...riduci]
La legge istitutiva del Sistan è del settembre 1989. Il giudizio diffuso è che sia stata un’ottima legge e che abbia raggiunto numerosi risultati, tuttavia si ritiene necessario avviare alcuni interventi strutturali di revisione che tengano conto delle numerose evoluzioni dell’assetto organizzativo dello Stato, della PA, delle tecnologie e dell’ampliamento dell&r [...leggi tutto]

A cura di

Programma dei lavori

Intervengono

Blangiardo
Gian Carlo Blangiardo al convegno: "Il futuro del Sistema statistico nazionale a 30 anni dalla sua costituzione" - FORUM PA 2019
Gian Carlo Blangiardo Presidente - ISTAT Biografia Vedi atti

Gian Carlo Blangiardo è presidente dell’Istat dal 4 febbraio 2019. Insegna Demografia all’Università degli studi di Milano «Bicocca» dal 1998. Inizia la carriera universitaria nel 1973 come borsista di Statistica in Università Cattolica e, dal 1975 come ricercatore, presso l’Università degli studi di Milano. Nella stessa università, è nominato Professore incaricato (1978-1981), Professore associato (1981-1994) e Professore ordinario (1994-1998).

I suoi interessi di ricerca hanno riguardato la Metodologia statistica, la Demografia e le Statistiche sociali. Svolge da molti anni collaborazioni scientifiche con diverse istituzioni. È stato Presidente della Commissione Istat sugli aspetti tecnici e metodologici del Censimento della popolazione 2001 (1999-2002) e componente del Comitato per la stima della povertà assoluta (2006-2007). Ha, inoltre, fatto parte delle Commissioni Istat sulla misura del Benessere oltre il Pil (2011-2016) e per la definizione dei Collegi elettorali plurinominali (2015).

Membro di diversi Comitati nazionali e regionali, che si occupano, o si sono occupati, di dinamiche e trasformazioni demografiche, di esclusione sociale e povertà, è autore di diversi Rapporti su questi temi e su immigrazione e integrazione. È autore di oltre 250 pubblicazioni scientifiche. Scrive, e ha scritto, su numerose riviste scientifiche e collabora con i quotidiani «Il Sole24ore», «Avvenire», «Eco di Bergamo», «Il Sussidiario.net».

Chiudi

Lo Moro
Vincenzo Lo Moro al convegno: "Il futuro del Sistema statistico nazionale a 30 anni dalla sua costituzione" - FORUM PA 2019
Vincenzo Lo Moro Direttore centrale per la pianificazione strategica e l’indirizzo del sistema statistico nazionale - ISTAT Biografia Vedi atti

In Istat dal 1992, membro del Comitato di presidenza, Direttore centrale per la pianificazione strategica, il sistema statistico nazionale, le relazioni istituzionali e gli affari internazionali. Ha diretto le strutture responsabili della pianificazione, del bilancio, del sistema statistico nazionale e degli uffici regionali, della diffusione e della comunicazione. In precedenza è stato direttore del Centro studi dell’Osservatorio sulle metodologie e l’innovazione nella pubblica amministrazione e si è occupato principalmente di studi di economia delle organizzazioni pubbliche.

Chiudi

Atti di questo intervento

02_co_18_lo_moro_vincenzo.mp3

Chiudi

Tavola rotonda

Modera

Colombo
Davide Colombo Giornalista - Il Sole24ore Biografia

Davide Colombo è redattore del Sole 24Ore dove si occupa di macroeconomia, segue la Banca d’Italia, le politiche del welfare e della previdenza e la finanza pubblica.

Nato a Legnano (Milano) il 30-09-1963, ha una laurea in Scienze politiche (Università degli Studi di Milano) e un diploma post-laurea di giornalismo (SSCS - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano). Giornalista professionista dal 1991, ha lavorato a “Il Giorno”, “La Prealpina”, Ventiquattrore.tv, la televisione satellitare free to air del Gruppo “Il Sole 24Ore”, Radio 24-Il Sole 24 Ore. 

Altri incarichi professionali: 2001-2003 - consigliere tesoriere del Consiglio regionale lombardo dell'Ordine dei giornalisti; 2004-2006 consigliere tesoriere del Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti.

Chiudi

Tavola rotonda

Palombelli
Gaetano Palombelli Gruppo di coordinamento per la statistica - ANCI-UPI Biografia

Gaetano Palombelli, nato il 10/01/1966.

Responsabile Area Istituzionale, Personale, Polizia provinciale, Innovazione e Statistica dell’UPI

Laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Dottorato di ricerca presso l’Università di Perugia. Componente del Comitato di indirizzo per l’informazione statistica, del Tavolo nazionale dei Soggetti aggregatori per l’acquisto di beni e servizi, del Comitato di settore per il personale autonomie locali.

Rappresentante UPI nella Cabina di regia per l’attuazione del Patto per la semplificazione 2019-2021.

Chiudi

Palermo
Carmela Chiara Palermo Magistrato ordinario e componente dell’Unità per la semplificazione e la qualità della regolazione Biografia

Studi e formazione:
Laurea in Giurisprudenza presso la L.U.I.S.S. di Roma conseguita nell’anno accademi-co 1992-1993 con la votazione di 110/110. Abilitazione all’esercizio della professione forense conseguita nell’anno 1996 presso la Corte d’Appello di Potenza. Master in diritto tributario presso la Scuola di Management- Luiss nell’anno 1997.

Esperienze lavorative:
Nel luglio 1999 è stata nominata uditore giudiziario (DM 12 luglio 1999).

Dal maggio 2000 al luglio 2009 ha ricoperto le funzioni giudice presso il Tribunale di Nuoro. Presso il Tribunale di Nuoro ha svolto funzioni di giudice penale. A partire del marzo 2007 è stata assegnata al settore civile ricoprendo le funzioni di giudice dell’esecuzione e giudice tutelare.

Dal settembre 2009 al 30 aprile 2013 è stata giudice presso la decima sezione civile (materia contrattuale) del Tribunale ordinario di Roma e dal 2 maggio 2013 è stata no-minata giudice presso la prima sezione civile del Tribunale ordinario di Roma.

Nell’anno 2009 è stata nominata componente dalla Commissione d’esami per l’abilitazione all’esercizio della professione forense.

Dal 15 gennaio 2018 è stata collocata fuori ruolo con la qualifica di esperto giuridico presso l’ufficio giuridico del Commissario Straordinario del governo per la ricostruzio-ne nei territori colpiti dal sisma dell’agosto 2016.

Dal 6 dicembre 2018 è stata nominata componente dell'Unità per la semplificazione e la qualità della regolazione istituita presso il Ministero della Pubblica Amministrazione.

Chiudi

Ceccarelli
Dario Ceccarelli Dirigente - Regione autonoma Valle d’Aosta - Cisis Biografia

Dal 2008 è dirigente dell'Osservatorio economico e sociale (ufficio regionale di statistica) della Regione Autonoma Valle d’Aosta. Fa parte del Comitato permanente dei sistemi statistici del CISIS, di cui dal marzo 2019 è Coordinatore. È componente del comitato tecnico-scientifico relativo al Protocollo d’intesa tra Istat, Regioni e Province Autonome e Ministero dei beni e delle attività culturali per lo sviluppo del sistema informativo integrato sui luoghi e le istituzioni culturali.

In precedenza si è occupato principalmente di attività di indagine e studio dei mercati locali del lavoro e di analisi comparata dei mercati del lavoro, delle relazioni tra mercato del lavoro e struttura economico-produttiva, di analisi dei fabbisogni di professionalità e formativi. Si è inoltre interessato di policy analysis e di programmazione delle politiche pubbliche, in particolare di analisi delle politiche del lavoro e della valutazione degli impatti delle stesse.

Chiudi

Di Somma
Chiara Di Somma Funzionario del Dipartimento sanità e ricerca - Garante per la protezione dei dati personali Biografia

Funzionario presso il Garante per la Protezione dei Dati Personali dal 2009.

Nel 2008 ha conseguito il dottorato di Ricerca in diritto pubblico e costituzionale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Nel 2007 ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della pratica forense presso la Corte d’appello di Napoli.

Nel 2004 ha conseguito il master di II livello “La tutela dei diritti umani nel diritto internazionale” presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza.

Nel 2003 si è laureata con votazione 110/110 e lode con una tesi in diritto civile sul tema “Nascita indesiderata e danno risarcibile” per la quale è risultata vincitrice, nel 2006, del concorso per premi per tesi di Laurea o di Licenza su argomenti di bioetica indetto dal Centro interuniversitario di ricerca bioetica (C.I.R.B.)

Autrice di numerose pubblicazioni scientifiche e relatrice a master, convegni e seminari su temi riguardanti la protezione dei dati personali.

Chiudi

Torna alla home