Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2019 (14-16 maggio)

Torna alla home

  da 09:30 a 13:30

La trasformazione digitale del PAese [ sc.02 ]

Come creare valore attraverso una nuova e fattiva partnership pubblico-privato

Iscriviti a questo evento

La digitalizzazione della PA costituisce un fattore abilitante per il miglioramento della trasparenza e della qualità dei servizi erogati al cittadino, ma rappresenta anche un driver di sviluppo e di rafforzamento della capacità innovativa dell’intero Paese, e quindi, di creazione di valore. Negli ultimi mesi sono stati fatti molti passi avanti nell'implementazione di molti progetti strategici previsti dal Piano triennale per l'informatica pubblica, che consentiranno alle PA di ogni livello di erogare servizi pubblici di qualità, prendere decisioni migliori basate sui dati, orientare la trasformazione dei propri processi interni e dei modelli organizzativi.

Tuttavia, la piena ed effettiva attuazione del processo di digitalizzazione della macchina pubblica non può che derivare da un’azione congiunta di tutte le componenti coinvolte: government, imprese, università e ricerca, cittadinanza organizzata. In particolare, il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi previsti dall'Agenda Digitale italiana non può prescindere da una continua e fattiva partnership tra mondo pubblico e mondo privato. Una nuova alleanza che, partendo dalla necessaria rivisitazione delle modalità di procurement pubblico, sia in grado di garantire la condivisione strategica degli obiettivi e orientare un utilizzo più sapiente e mirato delle risorse finanziarie destinate all'innovazione. 

Attraverso il confronto con i principali protagonisti della governance dell'innovazione trasformazione digitale del Paese e delle grandi aziende strategiche dell'information technology, l'evento mira ad approfondire le possibili leve su cui agire per abilitare un nuovo rapporto tra un rapporto tra committenza pubblica e vendor tecnologici.


In collaborazione con

Programma dei lavori

Introduce e Modera

Dominici
Gianni Dominici Direttore Generale - FPA Biografia

Laureato in Sociologia, nel 1985 è socio fondatore dello Studio Gris, nato su iniziativa di un gruppo di professionisti impegnati a valutare le implicazioni di natura sociale ed economica delle attività di governo, di progettazione e di valutazione degli interventi nelle aree urbane e rurali. Nel 1991 riceve l’incarico, da parte della Fondazione CENSIS, di coordinare le attività dell’Associazione RUR nata su iniziativa della Fondazione con la finalità di elaborare e sostenere proposte innovative per le trasformazioni delle città e del territorio. Dal 1993 ha introdotto all’interno dell’associazione un nuovo campo sistematico di analisi ed intervento relativo allo sviluppo delle tecnologie telematiche nello sviluppo territoriale. Tra il 1997 e il 1998 ha lavorato alla Commissione Europea (DGXXIV) come esperto nel campo delle implicazioni sociali dello sviluppo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Dal primo gennaio 1999 a settembre 2007 è responsabile del settore Processi Innovativi della Fondazione Censis. In questo ruolo ha diretto numerose ricerche nel campo nella Società dell’Informazione e gestito progetti di telematica applicata. Dal primo gennaio 2001 al maggio 2006 ha assunto anche l’incarico di amministratore delegato di Atenea, una società di formazione in rete sui temi dell’innovazione e della tecnologia. Nel settembre 2007 è diventato vicedirettore generale di FORUM PA. Da gennaio 2010 ne è Direttore Generale.

Chiudi

lo scenario italiano. Speech introduttivo

Gastaldi
Luca Gastaldi Direttore Osservatorio Agenda Digitale - Politecnico di Milano Biografia
Luca Gastaldi è Direttore dell’Osservatorio Agenda Digitale e Senior Advisor dell’Osservatorio Innovazione digitale in Sanità del Politecnico di Milano.
Insegna "Economia e Organizzazione Aziendale", "Analisi e Progettazione dei Processi Aziendali" e "Leadership and Innovation” al Politecnico di Milano.
È stato ricercatore presso l’Aalborg University in Danimarca e presso il Royal Institute of Technlogy (KTH) in Svezia, dove ha studiato la digitalizzazione dei relativi sistemi sanitari.  
È stato consulente in KPMG Advisory, dove ha sviluppato esperienza negli ambiti dell’eLearning e del Business Process Reengineering.
Ha un PhD in Management e una laurea magistrale in ingegneria gestionale.
Per maggiori informazioni: LinkedInTwitter

Chiudi

Sessione video

Interviste a personaggi chiave pubblici e privati e a giovani dipendenti di filiali estere di grandi multinazionali

Keynote speech

Bertelè
Umberto Bertelè Professore Emerito di Strategia e Presidente degli Osservatori per l’Innovazione digitale - Politecnico di Milano

I SESSIONE

Interviste ai vertici di grandi aziende ICT che lavorano per la PA

SAS
Intervento a cura di SAS
Gigantino
Raffaele Gigantino Country Manager - VMware Italy Biografia

Raffaele Gigantino is Country Manager at VMware Italy.

In this role Gigantino contributes to the growth of VMware’s Italian business by helping the country’s enterprise and government organizations embrace and accelerate their digital transformation. Raffaele has more than 15 years’ experience spanning many successful global IT companies. He was most recently a Solution Sales Director for Data and Artificial Intelligence - Cloud & Enterprise in Microsoft Western Europe Headquarter, leading a team of more than 100 solution sales in twelve subsidiaries. Prior to this, Raffaele was Sales Director for Central Government and Public Safety National Security at Microsoft. He has a Degree in Electronic Engineering from the University of Salerno.

Chiudi

Keynote internazionale

O'Connor
Jenny O'Connor Emerging Technology Policy Lead - Government Digital Service UK

Il punto di vista delle Regioni

Callari
Sebastiano Callari Assessore alla funzione pubblica, semplificazione e sistemi informativi - Regione Friuli Venezia Giulia

II SESSIONE

Interviste ai vertici di grandi aziende ICT che lavorano per la PA

Rizzi
Luca Rizzi Responsabile Pubblica Amministrazione Centrale e Locale - Cisco Italia Biografia

Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni presso il Politecnico di Milano, Luca Rizzi, grazie anche alla forte conoscenza di un mercato che ha nel digitale il cuore del suo modello di business, è responsabile in Cisco Italia del Mercato della Pubblica Amministrazione Centrale, Locale e della Difesa con la missione di massimizzare l’efficacia degli Investimenti di Cisco per l’accelerazione della digitalizzazione del Paese.

Con oltre 20 anni di esperienza nel mondo delle telecomunicazioni e del networking, ha osservato da vicino l’evoluzione del mercato IT. Luca Rizzi ha iniziato il suo percorso professionale in HP dove ha avuto modo di maturare un’esperienza nell’ambito delle telecomunicazioni. Con passione ha portato innovazione tecnologica e di business operando nei servizi, nel marketing e nelle vendite in uno scenario non solo italiano ma anche europeo, medio orientale e sudamericano.

Chiudi

DXC
Intervento a cura di DXC
Vodafone
Intervento a cura di Vodafone

Sessione video

Video su procurement pubblico di innovazione

Intervista

Cannarsa
Cristiano Cannarsa Amministratore Delegato - Consip Biografia

Cristiano Cannarsa, nato a Roma nel 1963, si è laureato con lode nel 1986 in Ingegneria Meccanica presso l'Università La Sapienza di Roma. Ha conseguito l'abilitazione alla professione di Ingegnere nel 1987 ed è iscritto all'Ordine degli Ingegneri di Roma dal 1988. È docente, presso il Dipartimento di Impresa e Management dell'Università Luiss "Guido Carli", del corso di "Finanza Aziendale Avanzato". E'  stato Presidente e Amministratore delegato di Sogei, dopo aver ricoperto l'incarico di Amministratore delegato da agosto 2011 e di Amministratore Unico da luglio 2011, della medesima società.

Aprile 2008 - Aprile 2011 - Consigliere di Amministrazione di Terna SpA. Luglio 2007 - Luglio 2011 - Responsabile di Direzione presso Cassa depositi e prestiti SpA. In tale ruolo ha contribuito alla finalizzazione di oltre 50 finanziamenti per circa euro 7,2 mld. Gennaio 1991 - Giugno 2007 - Entrato nell'Istituto Mobiliare Italiano SpA, ha seguito un percorso di carriera incentrato sull'analisi creditizia di progetti di investimento di aziende industriali, enti pubblici e società di progetto, finalizzata al loro finanziamento. A seguito della fusione tra IMI e Sanpaolo e con la successiva costituzione di una banca specialistica nel Public Finance (Banca OPI), gli sono stati affidati ruoli di crescente responsabilità che lo hanno portato a coordinare strutture aziendali articolate e risorse altamente specializzate. Novembre 1987 - Dicembre 1990 - Aeritalia SpA (Gruppo Finmeccanica) ha operato nella progettazione e costruzione di aerogeneratori e nell'avviamento di uno stabilimento destinato all'assemblaggio degli aerogeneratori.

Chiudi

Sessione video

Video di presentazione del nuovo Piano Triennale dell’informatica nella PA

Intervista

Alvaro
Teresa Alvaro Direttore Generale - AgID

"La trasformazione digitale per creare valore”: Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA ne parla con

Mochi Sismondi
Carlo Mochi Sismondi Presidente - FPA Biografia

Sono nato nel 1952 a Roma dove vivo, ho due figli di età diversa (21 e 39 anni), sono nonno. All’Università ho scelto Economia e Commercio da ragazzo e Filosofia da adulto con un approfondimento in pedagogia sul recupero dei ragazzi drop-out. Mi sono occupato di marketing, di ricerca, di progetti di privato-sociale, tra cui la realizzazione del primo progetto integrato di lotta alla povertà a Tor Bella Monaca (Roma).

A cominciare dall’autunno del 1989 sono stato l’ideatore e l’animatore del FORUM PA, la più grande ed importante manifestazione europea, espositiva e congressuale, dedicata all’innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali giunta ormai alla 29^ edizione. Nella mia ormai ultraventennale attività di costruttore e animatore di reti, ho collaborato con 19 Governi e con 16 diversi Ministri della Funzione Pubblica, mantenendo una sostanziale terzietà, ma contribuendo a sostenere tutte le azioni innovative che si muovessero verso una PA più snella, più moderna, maggiormente orientata ai risultati e in grado così di restituire valore ai contribuenti e innovazione al Paese.
Ho svolto e svolgo attività didattica presso università e scuole della PA: dalla Scuola Superiore della PA alla Scuola Superiore per la PA locale, al Formez, a vari Istituti pubblici e privati. Ho scritto e scrivo articoli ed editoriali su quotidiani nazionali e riviste specializzate nel campo della comunicazione pubblica e dell’innovazione delle amministrazioni. Nei miei contatti continui con la politica e le amministrazioni a volte perdo la pazienza, mai la speranza.

Chiudi

Buscema
Angelo Buscema Presidente - Corte dei Conti Biografia

Nato a Roma il 9 febbraio 1952, coniugato e padre di due figli, Angelo Buscema, nel 1981, giovanissimo e già abilitato dal 1978 all’esercizio della professione forense, entra, per concorso pubblico, nei ruoli della magistratura della Corte dei conti, classificandosi primo nella graduatoria di merito. Nel corso della sua brillante carriera ha ricoperto numerosi e prestigiosi incarichi nelle diverse aree della Corte (giurisdizione, controllo ed amministrazione attiva): Presidente di coordinamento delle Sezioni Riunite in sede di controllo dal 2014 e già Presidente della Sezione Giurisdizionale per il Veneto dal 2011 al 2014.
Ha coordinato l’attività di predisposizione del Rapporto sul coordinamento della finanza pubblica per il 2014, per il 2015, per il 2016 e per il 2017, l’attività di predisposizione della Relazione 2016 sul costo del lavoro pubblico, i lavori istruttori relativi al Referto sul sistema universitario, nel 2017; ha dato costante e continuo impulso ad accordi e protocolli d’intesa con la Ragioneria Generale dello Stato – Ispettorato Generale di Bilancio, per gli adeguamenti necessari alla riforma del bilancio dello Stato.
Numerosi i suoi interventi in relazione alle richieste di audizione da parte delle Camere, in occasione dell’esame dei documenti di bilancio e su temi attinenti la finanza pubblica. Significativa l’attività svolta in qualità di Magistrato Delegato al controllo ex art. 12 della legge n. 259/1958, presso Enti di grande rilevanza ed elevata complessità a cui lo Stato contribuisce in via ordinaria (Enav, Agenzia Spaziale Italiana, Croce Rossa Italiana).
Ai compiti di istituto, ha sempre affiancato attività di docenza e di studio; ha tenuto lezioni e diretto corsi nelle materie giuridiche ed economiche presso Università e scuole di alta formazione professionale (Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, Scuola Superiore dell’Economia e delle Finanze, Seconda Università degli Studi di Napoli, Università degli Studi di Cassino).
È autore di numerosi volumi ed articoli nelle materie di contabilità e di diritto amministrativo; numerose le sue partecipazioni in convegni su tematiche pubblicistiche. Componente della Commissione Tributaria Regionale per il Lazio. È stato Presidente dell’Associazione magistrati della Corte dei conti.

Chiudi

Attias
Luca Attias Commissario Straordinario per l'attuazione dell'Agenda Digitale, Team per la Trasformazione Digitale - Presidenza del Consiglio dei Ministri Biografia

Laureato in Ingegneria Elettronica presso “La Sapienza” Università di Roma ha successivamente conseguito il master in Ingegneria dell’Impresa all’Università di Tor Vergata. Dopo la laurea ha lavorato presso la Datamat SpA dove, nell’ambito di commesse legate soprattutto a sistemi real time nel settore avionico e satellitare, ha partecipato per diversi anni a gruppi di lavoro internazionali.  Ha lavorato alla Corte dei Conti come Dirigente Generale della Direzione Generale dei sistemi informativi automatizzati fino a fine ottobre 2018.

Si è impegnato per l’introduzione e lo sviluppo a tutti i livelli di una diffusa “cultura della società dell’informazione” e da diversi anni è diventato un punto di riferimento per una buona parte della Pubblica Amministrazione per le sue modalità di analizzare e comunicare i legami esistenti tra digitale, managerialità e lotta alla corruzione. Ha ottenuto in questi anni un elevato numero di riconoscimenti importanti soprattutto per la capacità di conciliare l’information technology con la managerialità. Le sue interviste e i suoi keynotes apparsi un po’ ovunque sono diventati una specie di “caso” sia per i contenuti altamente innovativi che per il numero di accessi e di commenti.

Chiudi

Chiusura dei lavori

Conte
Giuseppe Conte Presidente del Consiglio dei Ministri
Torna alla home