Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2019 (14-16 maggio)

Torna alla home

  da 11:30 a 12:20

Dal catalogo del riuso alla community developers italia: l'esperienza del CNR [ ws.180 ]

Ormai pluriennale è l'impegno del CNR nel promuovere l'adozione di tecnologie e soluzioni open source in grado di rispondere ai bisogni emergenti dei settori pubblici e privati del Paese, così come alle esigenze di gestione interna dell'Ente. Partner tecnologico di numerose iniziative di rilevanza nazionale e internazionale, il CNR riconosce nella dimensione collaborativa propria del paradigma open source un driver imprescindibile per la promozione dell'innovazione, il rafforzamento della competitività del Paese e la creazione di valore pubblico. Forte dunque dell'esperienza già condotta nell'ambito del Catalogo del riuso, il CNR si appresta oggi ad entrare ufficialmente a far parte della nuova community Developers Italia.

[...riduci]
Ormai pluriennale è l'impegno del CNR nel promuovere l'adozione di tecnologie e soluzioni open source in grado di rispondere ai bisogni emergenti dei settori pubblici e privati del Paese, così come alle esigenze di gestione interna dell'Ente. Partner tecnologico di numerose iniziative di rilevanza nazionale e internazionale, il CNR riconosce nella dimensione collaborat [...leggi tutto]

A cura di

Programma dei lavori

Intervengono

Lancia
Maurizio Lancia Responsabile Reti e Sistemi Informativi - CNR Biografia

L’Ing. Maurizio Lancia, dirigente tecnologo del CNR dal 1995, ha maturato un’ampia e diversificata esperienza nel settore dell’Information & Communication Technology (ICT), che gli ha consentito di realizzare, nello svolgimento degli incarichi a lui affidati, la concreta integrazione di qualificati elementi tecnologici e metodologici, a cui fanno riscontro numerosi risultati validati sia in ambito CNR che presso le istituzioni e gli organismi nazionali e internazionali con cui ha interagito. Tale esperienza, applicata ad attività di studio e sperimentazione, ha consentito di produrre, sia a livello gestionale che progettuale, soluzioni innovative che costituiscono un punto di riferimento riconosciuto nell’ambito dell’ICT per la Pubblica Amministrazione.

Chiudi

Spasiano
Marco Spasiano Tecnologo Responsabile della Sezione Sviluppo Software presso la Struttura Reti e Sistemi Informativi - CNR Biografia

Marco Spasiano è un tecnologo del Consiglio Nazionale delle Ricerche, dove ricopre il ruolo di responsabile della Sezione Sviluppo Software della Struttura Reti e Sistemi Informativi dell'Amministrazione Centrale. Proviene da una lunga esperienza nel campo del software e ha contribuito, guidato e sviluppato progetti open source per la Gestione della Contabilità e nell'ambito dell'E-Government e della Dematerializzazione.

Chiudi

Tumminia
Emanuele Tumminia Funzionario informatico - Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della funzione pubblica Biografia

Funzionario informatico presso l’Ufficio per la Valutazione della performance del Dipartimento della funzione pubblica, si occupa della gestione e dello sviluppo del parco applicativo del Portale della performance. Laureato in ingegneria elettronica, indirizzo calcolatori, è da sempre un geek informatico e sostenitore della filosofia open source, che si augura sia sempre più adottata, soprattutto nell’ambito della Pubblica Amministrazione.

Chiudi

Pera
Guido Pera Agenzia per l'Italia Digitale Biografia

Dal 2001 funzionario dell’Agenzia per l’Italia digitale (AgID) per il quale ha coordinato il progetto CST (Centri di Servizio Territoriali) e seguito progetti di democrazia elettronica (e-democracy).

Attualmente è responsabile del servizio dedicato all’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente (ANPR), alla Carta d’Identità Elettronica (CIE) e alla Semplificazione amministrativa nell’ambito degli Sportelli Unici Attività Produttive (SUAP), dove si occupa di coordinare i gruppi di lavoro tecnici per la realizzazione degli XML Schema, l’analisi dei processi inerenti le procedure e la definizione delle API tra i sistemi coinvolti.

Nuovo impegno: il Centro di competenza sul riuso e l’open source nella PA, che supporterà le PA nell’attuazione delle Linee guida sull’argomento.

Dal 1987 al 2001 ha ricoperto incarichi al Comune di Roma riguardanti l’innovazione tecnologica dei servizi demografici. In particolare è stato protagonista della sperimentazione della CIE nella sua prima versione.

Chiudi

Torna alla home