Torna a Eventi FPA

FORUM PA 2019 (14-16 maggio)

Torna alla home

  da 17:00 a 17:50

Il modello di governance adottato dall'Ispettorato: il trade-off tra tradizione ed innovazione [ ws.125 ]

La maggioranza dei dirigenti ha come compito predominante quello di gestire. Nella cultura anglosassone questo assunto è un dato acquisito - il dirigente è indicato come manager, ossia “gestore” - a differenza che in Italia dove si sottolinea il “dirigere”, il ruolo di guida e di comando, assonante più al ruolo di leader.

Anche se la leadership è un elemento fondamentale per il dirigente, essa è una soft skill che riguarda specificamente “la capacità di influenzare la gente, e aiutarla a lavorare meglio per raggiungere uno scopo finale in comune” (Daniel Goleman) mentre la capacità gestionale costituisce la vera cifra del dirigente, e cioè ciò che lo legittima a ricoprire ruoli di responsabilità manageriale.

Introdurre questo approccio – e cioè la valorizzazione della dimensione gestionale - impone interventi organizzativi da inserire nelle routine operative ma è soprattutto sotto il profilo culturale e professionale che occorre una vera e propria discontinuità rispetto al modus operandi tradizionale.

Secondo molti studiosi, la turbolenza ed il rapido tasso di innovazione degli scenari contemporanei renderà inevitabile la sostituzione del modello burocratico con quello adhocratico, caratterizzato dalla presenza di gruppi di lavoro con elevata specializzazione e con accentuata autonomia decisionale per risolvere rapidamente problemi complessi senza la necessità di rivolgersi a un livello gerarchico superiore.

[...riduci]
La maggioranza dei dirigenti ha come compito predominante quello di gestire. Nella cultura anglosassone questo assunto è un dato acquisito - il dirigente è indicato come manager, ossia “gestore” - a differenza che in Italia dove si sottolinea il “dirigere”, il ruolo di guida e di comando, assonante più al ruolo di leader. Anche se la leadership & [...leggi tutto]

A cura di

Programma dei lavori

Interviene

Nucci
Giuseppe Nucci Direzione Centrale Controlli, trasparenza e comunicazione - Ispettorato Nazionale del Lavoro Biografia

Giuseppe Nucci è Direttore centrale pianificazione strategica, organizzazione, tecnologie e innovazione dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro. È inoltre Presidente dell’OIV del Comune di Reggio Emilia, Presidente dell’OdV di Napoli Servizi s.p.a. e Subcommissario dell’Ente Parco nazionale dell’appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese.

Ha ricoperto incarichi di responsabilità in diverse pubbliche amministrazioni (Arma dei carabinieri, Gabinetto del Ministro della Difesa, Agenzia delle Entrate, Ministero dell’Interno, Monopoli dello Stato, Agenzia delle dogane e dei monopoli e Comune di Roma) ed in attività consulenziali presso due Commissioni parlamentari d’inchiesta.

Docente e giornalista pubblicista, collabora con il Quotidiano degli Enti locali e della pubblica amministrazione del Sole24ore e con il sito www.riskcompliance.it. Ha pubblicato circa 50 pubblicazioni (recentemente gli e-book L’internal audit nelle amministrazioni pubbliche (2016) e Controlli interni e risk management nelle amministrazioni pubbliche. Dalla cultura dell’adempimento alla gestione manageriale (2018), entrambi editi dal Sole24ore, e Protezione dei dati personali e GDPR: dai precetti giuridici ai processi organizzativi (2018) edito da Wolters Kluwer-Ipsoa).

Chiudi

Torna alla home